Incinta? Ecco il dialogo tra mamma e bebè quando ancora è nel pancione


Categorie : Genitori e figli , Gravidanza e parto naturale , Tiziana Mango

Incinta? Ecco il dialogo tra mamma e bebè quando ancora è nel pancione

Bianca Buchal: la maternità comincia prima della nascita

Qui riportiamo uno scritto inedito di Bianca Buchal, che propone il dolce dialogo tra mamma e bambino quando ancora è nel pancione, perché... per una gravidanza consapevole, l'educazione comincia prima della nascita. Bianca Buchal, classe 1915, ha segnato con forza il modo di intendere maternità e la genitorialità ed è diventata un punto di riferimento in fatto di educazione prenatale e prima infanzia. Sostenitrice del pensiero di  O.M. Aivanov, autore de L’educazione comincia prima della nascita,  ha studiato e divulgato con entusiasmo il tema della gravidanza consapevole (il suo pensiero è diventato un meraviglioso libro, "Gravidanza Consapevole", edito nel 2011).

Lezioni per i bambini ancora nel grembo

Nel cuore di ogni donna c’è una Madre, sia che abbia o non abbia dei figli.

Se nel pensare alle Madri volessimo escludere tutte le donne che non sono Madri biologiche, trascureremmo tutte coloro che potrebbero diventare Madri in futuro, nonché tutte quelle che non hanno figli, ma che provano la medesima tenerezza, grazia e bellezza che prova il cuore di una Madre.

Per questo le donne di tutto il mondo dovrebbero promuovere la protezione dei loro figli; non importa se questi “figli” sono i loro fratelli, amici o parenti di qualunque età.

Un ruolo importante per la donna è orientare nella giusta direzione i bambini, instillare in loro la bellezza, la bontà, la gioia, la salute, la verità, il coraggio e l’assenza di paura.

Le donne che desiderano avere un figlio devono cominciare a educare il bambino sin dall’inizio della gravidanza. Quelle che, per particolari motivi, non hanno figli devono avere la stessa preparazione per andare incontro alle esigenze dei bambini del mondo.

Lezioni d'amore

Questa educazione inizia nell’utero materno. Toccando il suo addome, la Madre dirà:

“Bimbo mio, ascoltami bene. Io, tua Madre, ti raccomando, quando sarai nato, di coltivare la bellezza, la bontà e la verità.  Ascolta, bimbo mio, quando sarai nato, desidero che tu sia veramente bello: fisicamente, emotivamente, mentalmente e spiritualmente.  Questa è la tua prima lezione, che io ti ripeterò ogni giorno affinché la tua anima la possa afferrare saldamente.

La seconda lezione ti dice che devi essere sempre un bravo bambino (non importa se maschio o femmina, va bene quello che tu vuoi essere). Devi cercare sempre di non fare del male a nessuno ed essere sempre disposto ad aiutare. Tuttavia, bambino mio, nel frattempo dovrai essere molto coraggioso e non avere paura. Non permetterai che si faccia uso di te per il piacere  e l’altrui interesse. Dovrai comportarti come un leone quando i diritti e la libertà dei tuoi amici e dell’umanità vengono attaccati. Bambino mio, questa è la tua seconda lezione, che io ti ripeterò fino che sarai nato e che poi ti canterò mentre berrai l’amore dal mio seno.

Bambino mio, questa è la terza lezione: qualunque cosa ti accada nella vita, non dovrai mai abbandonare la tua gioia; dovrai essere sempre gioioso e diffondere gioia. Mi senti? Tu dovrai diffondere gioia e far partecipare alla tua gioia.

Ecco la quarta lezione. Ora ascolta attentamente, tu sarai un bambino veramente sano, e rimarrai sano anche quando sarai anziano. Non prenderai mai dei raffreddori, amerai le belle docce fredde, il cibo naturale e mai sarai attaccato dalle malattie gravi. Tu ascolta attentamente, io ti sto preparando in maniera tale da portare solo bellezza e benedizioni nella tua vita.

Ora, bambino mio, questa è la quinta lezione: tenterai con tutti i mezzi di essere fedele alla tua coscienza e al più alto bene e benessere dell’umanità. Non potrai essere fedele se non sarai fedele al più alto benessere dell’umanità, al cuore dell’umanità. L’interesse per le droghe e per lo sfruttamento dovranno essere lontani da te.  Queste non sono lezioni difficili per un cuore puro come il tuo. Dio sarà sempre con te se le impari bene e le metti in pratica.

La sesta lezione ti induce a essere coraggioso e senza paura nel difendere i deboli e gli ammalati, nel guidare i ciechi e rinforzare le braccia di coloro che lavorano per la costruzione di un mondo nuovo. Bambino mio, vedi quante cose buone ti attendono sul tuo cammino?

Ora ti presento la settima lezione: tu sarai creativo;  porterai con te l’ispirazione dai regni elevati e sarai una splendida sinfonia nella vita umana. Io ti ripeterò questa lezione ogni giorno fino che sarai nato. E continuerò anche dopo a ricordarti queste lezioni fino al giorno in cui ti lascerò, bambino mio.”

È così che una Madre deve cominciare a educare il proprio bambino nella scuola dell’utero. L’utero è la scuola più preziosa, e il supremo insegnante è la vita, oltre ai pensieri e l’immagine della Madre.

Dare alla luce un corpo... e un'anima

Si pensa che la Madre faccia nascere un bambino, un corpo, ma non è così. La Madre non deve mettere al mondo soltanto un corpo ma anche la parte emotiva, mentale e spirituale del bambino. Una vera Madre fa nascere assieme al corpo anche l’immagine del suo bambino. E quando il bimbo cresce, la Madre sorveglia ogni passo che il bambino compie.

In questo modo la donna svolge la sua funzione di Madre dell’umanità al fine di rendere il mondo migliore". Bianca Buchal*

  *Il testo è stato curato e adattato da Tiziana Mango, coordinatrice dell'Associazione Bianca Buchal per la maternità consapevole. Da oltre 15 anni è impegnata nello studio e alla diffusione di temi che riguardano l'espansione della coscienza dell'individuo, al fine di migliorare se stessi e di riflesso contribuire al divenire di un mondo nuovo, a cominciare dalla nascita. Tiziana ispirandosi agli orientamenti, ideali e metodi di Bianca, rivolge i suoi studi e il suo campo d'azione alla Procreazione Consapevole, dal concepimento del bambino ai primi sei mesi di vita.       


Se vuoi rimanere aggiornato sui prossimi articoli pubblicati, iscriviti subito alla newsletter!
E ricordati, riceverai anche un buono da 5€ per il tuo primo acquisto!



PER APPROFONDIRE:

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:


Visualizza tutti i commenti (2)

Gabriella A. Ferrari


20/12/2017 00:57:23

Bellissimi, come sempre, i consigli della mia carissima amica Bianca !!!! l' unico punto sul quale non mi sento d'accordo è quando parla del bambino nella pancia come se non fosse già nato: esistono la nascita interna e la nascita esterna però detto così forse qualche donna potrebbe pensare che il bambino prenatale non sia ancora nato. Tuttavia gli studi e le ricerche hanno dimostrato che il feto ha capacità relazionali e di apprendimento quindi è già un bimbo partecipe di tutte le emozioni materne e della sua vita... per questi motivi credo che occorrerebbe evitare di dire frasi tipo: "quando sarai nato" perchè potrebbero inviare un messaggio molto limitato e limitante alle donne in gravidanza. Comunque ringrazio di tutto cuore la nostra grande amica Bianca per tutti i messaggi molto importanti e significativi che ci ha trasmesso e grazie anche a Tiziana per il suo lodevole lavoro di diffusione .....

Elisabetta Mastrocola


18/12/2017 20:41:18

Bianca Buchal ha redatto un meraviglioso Manifesto, un programma da condividere e sviluppare in tutti i centri che si occupano della Madre e dell'infanzia, così come della Donna e dell'evoluzione della coscienza dell'umanità. È un progetto meraviglioso, un'iniziativa creativa di alta qualità.

Aggiungi un commento

 (con http://)

Ho capito

Questo sito potrebbe utilizzare alcuni cookie, come riportato nella nostra cookie policy | Cosa sono i cookie?