youtube1 (5)

Colorsophia e Feng shui in casa: le applicazioni pratiche

Casa dolce casa

La casa è l’ambiente più importante della nostra vita. Solo quando ritorniamo a casa ci sentiamo veramente protetti e rilassati.

Per far sì che le emozioni associate alla propria abitazione siano positive, è necessario curare la casa scegliendo i colori giusti, oltre che la posizione corretta di stanze e arredamento (materia del Feng Shui). Il colore della casa dev’essere pertanto progettato. A motivo di ciò, offriremo nel seguente articolo degli spunti utili per fare la scelta giusta in relazione al proprio ambiente.

Partiamo da una semplice distinzione tra colori scuri e colori chiari.

I colori scuri hanno la qualità di mettere in risalto le forme e le variazioni architettoniche. I colori chiari, invece, allargano le stanze, poiché riflettono la luce e illuminano.

Bisogna tener presente anche la distinzione tra colori caldi e colori freddi. I primi, compresi nella gamma cromatica dal giallo al rosso, trasmettono un senso di calore, perché ricordano il sole ovvero il fuoco. I colori freddi, invece, comprendono le tinte che vanno dal verde al viola e sono rilassanti, perfetti come antistress.

Le basi del Feng shui

Considerando poi le basi del Feng shui in relazione al colore, bisogna considerare l’esposizione della stanza in relazione ai punti cardinali:

  1. Una stanza esposta a nord ha scarsa illuminazione naturale, perciò sarebbe meglio utilizzare colori caldi per non rendere la stanza eccessivamente fredda.
  2. Una stanza esposta a sud riceve invece illuminazione costante, perciò sarebbe meglio utilizzare colori freddi o tinte neutre.
  3. Una stanza esposta a ovest inizia a ricevere la luce solare solo nel pomeriggio, quindi sarebbe meglio usare colori neutri abbinati a tinte calde o fredde.
  4. Una stanza esposta a est riceve tanta luce durante il mattino e poca nel pomeriggio, perciò sarebbe meglio scegliere tinte leggere sia di colori caldi che freddi.

 

Gli abbinamenti cromatici

Altra problematica è relativa all’abbinamento dei colori in casa.

Gli abbinamenti cromatici sono importanti perché permettono di avere un ambiente adatto al suo scopo. Per riuscire in questo lavoro bisogna prendere in considerazione il cerchio di Itten, una circonferenza suddivisa in tre settori centrali, rosso, blu e giallo (i colori primari), con altri tre colori detti secondari: verde, arancio e viola, che derivano dalla fusione delle tonalità primarie nelle parti adiacenti.

Insieme a questi ci sono i colori secondari, che nascono dalla mescolanza di un colore primario con uno secondario.

Per un abbinamento corretto dei colori in casa è consigliabile scegliere tra “contrasto” o “armonia cromatica”.

– Nel caso del “contrasto” si utilizzano insieme i colori che si trovano in posizione opposta nel cerchio di Itten, ad esempio il rosso con il verde. Questo abbinamento crea una sorta di choc cromatico, perciò un simile abbinamento è adatto ad un ambiente originale e anche abbastanza estroso. È meglio evitare la zona notte, quindi vada per il living.

– Poi si può optare per la combinazione simmetrica complementare, ottenuta dall’accostamento di un colore ai due adiacenti a quello complementare, ad esempio il blu con l’arancio o l’azzurro. A questo tipo di abbinamento si possono poi aggiungere delle tonalità neutre, come il bianco, il nero o il grigio.

– Per chi ricerca invece un effetto decisamente rilassante, la soluzione migliore è l’accostamento armonico di colori vicini sul cerchio di Itten. Ad esempio si può accostare il blu con l’indaco, o il rosa con il viola. In questo caso, anche se i colori utilizzati sono vivaci, si ottiene un risultato abbastanza delicato.

A questo punto il lettore avrà ricevuto le basi adeguate a una scelta consapevole del colore nella propria abitazione. Dobbiamo ricordarci di scegliere sempre i colori che stanno bene insieme.

La parola d’ordine è sempre una: armonia.

_____________________________

Vuoi sapere di che colore sei?

Di Donato Samya Ilaria

Autore: Samya Ilaria Di Donato

Ricercatrice e scrittrice, consulente dei colori e ideatrice del metodo Coloranima®per l’uso consapevole dei colori nella vita. Termina con lode l’Accademia Artistica Marangoni di Milano e diventa giovanissima Presidente dell’Associazione Italiana Consulenti di Immagine. Prosegue i suoi studi a Londra e Milano con il Master in Marketing and Communication e moltissimi altri corsi innovativi per la crescita personale e professionale. Scopre i colori nel 2001 quando le salvano la vita: da quel momento parte un lunghissimo profondo studio su questa disciplina di cui incontra i più grandi maestri nel mondo e attraversa diverse tappe da cui nascono anche i suoi bestseller Colori e Kabbalah per la ricerca dei significati nascosti dietro di colori, Colori e Percorso Alchemico, Colori e Fiabe e moltissimi coloratissimi studi ancora in corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Attenzione: questo contenuto è protetto!!