Colorful International Children's Book Day Event Facebook Event Cover (10)

Come dire GRAZIE può cambiare la vita. Una storia vera…

Dillo con un grazie e sii felice

Il libro “Dillo con un grazie e sii felice” è il culmine di un percorso di crescita personale e frutto esso stesso del potere del ringraziare.

In questo articolo ho deciso di raccontare il “dietro le quinte” di questa fantastica avventura.

La spinta è venuta da un momento di riflessione in cui ho preso consapevolezza dell’ingratitudine dilagante e della sempre più evidente difficoltà delle persone ad esprimere un po’ di riconoscenza”.

Ogni tanto viene all’orecchio la mia “vocina interiore” che, nella maggior parte dei casi, mi riporta sulla “retta via” con qualche domanda potente.

In questo caso mi ha detto:

“Tu che affermi tutto ciò, come puoi distinguerti dagli altri e come potresti dare un contributo allo sviluppo del meraviglioso sentimento della gratitudine?

Cosa puoi fare tu in prima persona?

Davvero straordinaria la risposta del cervello a certi tipi di domande potenti (che ti guidano a compiere azioni concrete verso un determinato obiettivo).

Infatti mi è subito balenata l’idea di costruire un video-diario della gratitudine, “mettendoci la faccia”, superando le resistenze e impegnandomi pubblicamente.

Sviluppare un’abitudine: la regola dei 21 giorni

Il progetto consisteva nello sviluppare una vera e propria “abitudine potenziante”, recuperando dalle neuroscienze il principio secondo il quale per sviluppare una nuova abitudine è sufficiente compiere le relative azioni per almeno 21-30 giorni di seguito.

Così verso la fine di agosto 2015, ho iniziato tutti i giorni a pubblicare su Facebook i miei video della gratitudine, focalizzando l’attenzione su un dettaglio della mia vita e ringraziando per questo.

Ammetto che non è stato semplice e scontato.

Oltre alla mia timidezza, ho dovuto superare la paura del giudizio degli altri: infatti non sono mancati anche commenti sarcastici relativi alla mia performance.

Ho fatto tesoro di tutto, volgendo a mio favore anche le “critiche”, che sono pur sempre occasioni di miglioramento.

Portato a termine il percorso dei 21 giorni, ho pensato di scrivere un e-book da regalare online alle persone che si sarebbero iscritte alla mia newsletter.

La svolta decisiva

Strano come a volte situazioni apparentemente senza collegamento siano invece legate da un filo sottile invisibile che si rivela nel tempo.

Così mi è successo per queste tre situazioni che ti racconto adesso.

Uno: chi non si forma, si ferma.

Mentre scrivevo il libro mi è tornata alla mente la frase

“chi non si forma, si ferma”.

Questa frase l’avevo imparata da Max Formisano nel corso del Master Formazione Formatori e letta per la prima volta nei suoi libri

Così ho pensato di scrivergli per riferirgli che avevo intenzione di inserire quella frase nel libro, attribuendogliene la paternità.

Era un modo per ringraziare per tutto ciò che avevo imparato in occasione dei suoi corsi e per come poi, mettendo in pratica, avevo cambiato e migliorato il corso della mia vita intera esistenza.

Due: il potere del cervello quantico.

Nel frattempo, era un pomeriggio invernale piovoso e freddo, ho sentito la forte esigenza di uscire per comprare un libro in particolare, il cui acquisto avevo rimandato già troppe volte.

Si trattava de “Il potere del cervello quantico”, di Italo Pentimalli e J.L. Marshall.

Mi dirai, che cosa c’entra col tuo e-book? Te lo racconto tra un attimo.

Nel frattempo a Max era piaciuto l’argomento dell’e-book e mi aveva proposto di arricchirlo e trasformarlo in un libro.

Un libro? Io autrice di un libro?

Ero talmente scettica che non mi sono messa a lavoro immediatamente: ogni tanto buttavo giù qualcosa ma senza focalizzarmi troppo (eppure era l’occasione che cercavo per realizzare il mio sogno di diventare autrice).

Strano davvero.

Nel frattempo mi dedicavo anche alla lettura del “cervello quantico”.

Tre: i “calci” della vita 

A volte è davvero necessario un bel calcio in c*** per andare avanti nei progetti ed io ne sono la prova vivente.

Una sera ero in palestra e durante uno degli allenamenti di kung-fu facevo da partner a mio marito che spiegava un esercizio ai ragazzi (lo dico sempre che cercavo un maestro di arti marziali e mi sono ritrovata un marito!).

Il calcio che mi è arrivato, anche se ero allenata ed abituata ad altri ben più potenti, mi ha provocato un dolore incredibile.

Non ho dato molto peso all’accaduto ma nei giorni seguenti sono stata molto male al punto che non potevo camminare.

Mi sono decisa ad andare dal medico il quale mi ha diagnosticato una “frattura del muscolo” guaribile in un paio di mesi, nel migliore dei casi.

E il libro uscì per la Uno editori.

Ho trasformato questo incidente nell’occasione che serviva a creare la situazione di focus necessaria a portare avanti l’impegno del libro.

Così sono riuscita a rispettare la scadenza della consegna.

E la situazione numero 2?

Solo in seguito ho scoperto che Max era diventato il direttore della collana di crescita personale e professionale “Se solo potessi”, pubblicata con la UNO Editori,  la stessa casa editrice del libro di Italo!!!

Immagini la mia sorpresa nel vedere la copertina del mio libro sul catalogo della UNO EDITORI, tra “Il potere del cervello quantico” di Italo Pentimalli e “Produttività 300% di Max Formisano???

Indescrivibile davvero ma è accaduto davvero.

Da tutta questa storia ho imparato che:

  1. il potere della gratitudine è davvero incredibile;

  2. per realizzare un sogno-progetto bisogna mantenere l’attenzione ben focalizzata;

  3. si possono volgere a nostro favore anche le situazioni che si pongono come “imprevisti” o “incidenti”, cogliendoli come opportunità.

 

Sarò famosa? 

Non lo so, questo dipenderà da molti fattori. Di certo sono felice e credo che sia la cosa più importante. E lo sono grazie alla gratitudine.

Se vuoi sperimentarne l’efficacia e la velocità, prendi qui la tua copia di “Dillo con un grazie e sii felice” e inizia a costruire la tua felicità con il potere della gratitudine e il mio metodo 3T.

Sono sicura che anche per te sarà un cammino favoloso e aspetto che tu condivida con me i tuoi successi.

Grazie Grazie Grazie

______________________

Anna Katia Di Sessa. La coach della gratitudine

Di Sessa Anna Katia

Autore: Anna Katia Di Sessa

Anna Katia Di Sessa è nata nel 1977 in Svizzera e vive a Paestum (Sa) . Dopo la Laurea in Giurisprudenza, si è specializzata nel settore della comunicazione e della crescita personale. Organizza eventi culturali e sportivi, in particolare nel settore delle arti marziali, che ha iniziato a praticare da adulta per la difesa personale e ne approfondisce di continuo lo studio anche sotto l’aspetto filosofico. Esegue consulenze private e tiene corsi e conferenze all’interno di aziende, istituti ed organizzazioni nel settore dello sviluppo personale e professionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Attenzione: questo contenuto è protetto!!