Schermata 2019-05-17 alle 15.18.14

Come ho guarito il mio dolore cronico: la storia di Giovanni Castellani

La mia storia

La mia vita, come quella di tanti, è costellata di sfide che ho dovuto affrontare e che, con l’impegno e buona volontà, ho sempre vinto.

Ho sofferto di disordini e compulsioni alimentari, ho fatto uso di droghe leggere per quasi vent’anni, ho sofferto di depressione, tutte esperienze che mi hanno condizionato nella mia crescita personale e professionale oltre che a livello di salute.

Ogni volta ho accolto la sfida non chiudendomi in me stesso, ma scegliendo di aprirmi e riprendere il controllo della mia vita. Così ho trasformato questi potenziali fallimenti in esperienze formative che oggi mi permettono di essere quello che sono.  Anche se inizialmente ho ripudiato quei momenti, ora sono consapevole che sono parte di me e mi hanno lasciato in dono un’abilità di enorme valore, la capacità di comprensione della sofferenza altrui, elemento fondamentale per poter aiutare chi soffre e chiede di essere aiutato.

Il dolore cronico, e la legge di causa ed effetto

Tra le varie sofferenze provate,  il dolore cronico mi ha accompagnato per oltre dieci anni (per la precisione ho sofferto di una fastidiosissima lombalgia): conosco quindi il dolore articolare da vicino e l’ho studiato a fondo. All’epoca, pur frequentando e collaborando con i migliori esperti nazionali in ambito della posturologia, non trovavo alcuna soluzione.

Durante la collaborazione con l’allora pioniere della ginnastica posturale in Italia, ricordo che insisteva molto sul fatto che non sempre può non esserci soluzione al dolore, bisogna solo aver pazienza e voglia di ricercare nella giusta direzione.

Ma voglio ricordare la legge di CAUSA ed EFFETTO, secondo la quale ogni fenomeno apparente e non sul pianeta ha una causa scatenante che lo genera.

Questa fu la leva maggiore che mi spinse a non arrendermi e continuare a studiare e ricercare, convinto che anche per il mio mal di schiena dovesse esserci un’origine ben precisa sulla quale agire per rimuovere il sintomo definitivamente.

La relazione dolore | alimentazione

Nel 2001 finalmente la svolta; mi iscrissi al Semidigiuno estivo tenuto dal dott. Michele Riefoli durante il quale, per quindici giorni: sospesi l’assunzione di alimenti raffinati, conservati e ogni alimento di origine animale.

Al termine dello stage, con mia grossa sorpresa, non c’era più traccia del mal di schiena: l’alimentazione poteva avere influenza sui dolori articolari.

Studiai a fondo le possibili relazioni, fino a che trovai il collegamento che spiegava il perché: la sofferenza di una parte dell’apparato digerente genera a sua volta una reazione di stress del sistema nervoso, che a sua volta induce una reazione di contrazione muscolare che comporta, in ultima analisi, una compressione articolare, nel mio caso in sede lombare, e quindi l’insorgenza del dolore.

Tolta l’origine della sofferenza (stile di vita alimentare), la catena si scioglie: il sistema nervoso si rilassa, i muscoli si decontraggono, le articolazioni si decomprimono e il dolore svanisce.

So che può sembrare troppo semplice per qualcuno, ma funziona come l’apertura di una serratura: quando trovi la chiave giusta, lo sforzo da fare è nullo!

Sistema benessere posturale integrale

Nel corso di quasi 20 anni, ho raccolto e riordinato tutte le conoscenze accumulate, frutto di studi ed esperienze dirette sul campo; infatti, ogni cosa che propongo ai miei clienti, precedentemente l’ho testata di persona per scoprirne l’efficacia e i limiti.

In seguito le ho assemblate in modo semplice e intuitivo, come una sorta di LIBRETTO DELLE ISTRUZIONI DEL CORPO UMANO, a vantaggio di chiunque desideri diventare protagonista assoluto del proprio benessere giorno dopo giorno. Nasce così “SISTEMA BENESSERE POSTURALE INTEGRALE”,

un sistema ideato e creato per offrire a tutti i “non addetti ai lavori”, uno strumento di lettura del corpo umano, per potersi prendere cura di sé stessi nel quotidiano con semplici ed efficaci azioni, frutto di scelte ben precise, che fanno la differenza.

Premetto, per onestà di informazione, che mantenersi in salute e/o ritrovare la strada del benessere per vie naturali è completamente diverso dal prendersi cura di una malattia tramite assunzione di farmaci, o interventi chirurgici quando necessari.

Richiede una buona dose di “amor proprio” che, se non abbiamo in dotazione alla nascita grazie al buon esempio dei nostri genitori, si può apprendere faticosamente affidandosi alla disciplina.

Mantenere un corpo in salute e/o decidere di debellare un dolore una malattia alla radice, rappresenta una scelta di vita che fonda le proprie radici nel senso di RESPONSABILITÀ PERSONALE, ovvero nell’essere consapevoli che tutto quanto scegliamo di fare o di non fare per noi stessi, ha un impatto sulla salute stessa. Il senso di responsabilità personale potenzialmente accresce nella misura in cui si ha la giusta conoscenza di come funziona il corpo umano.

________________

Ti interessa liberarti dal dolore cronico?  A Torino | seminario di 1 giorno | domenica 30 Giugno = > Clicca qui per scoprire di più

 

Castellani Giovanni

Autore: Giovanni Castellani

Giovanni Castellani, laureato in Scienze Motorie, esperto di educazione alla salute naturale, Master in nutrizione e dietetica di 2° livello, docente nel progetto formativo “Life Style Seminar” e membro del laboratorio professionisti di Be4eat (associazione che ha portato in Italia Colin Campbell - autore del longseller “The China Study”), docente e coordinatore dell’area didattica del Master Veganic per nutrizionisti ed educatori alimentari ideato da Michele Riefoli (autore del best seller “Mangiar sano e naturale”), ideatore del Sistema Benessere Posturale Integrale, docente e formatore di Eukinetica nel progetto aziendale “Star bene lavorando”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *