i colori per la casa

Come scegliere i colori per la casa? Ecco quali fanno stare bene

Come scegliere i colori per la casa?

Dare colore alla propria casa è molto importante, perché essa rappresenta il nostro essere.

Se la nostra casa è caotica, potrebbe indicare che siamo confusi nelle scelte di vita quotidiana. Se, al contrario, tutto nella nostra casa è in ordine, significa che in noi prevale l’ordine mentale, quindi siamo persone simbolicamente più decise e/o precise.

I colori hanno un ruolo fondamentale, perché simboleggiano le nostre emozioni.

Ogni stanza della casa, a seconda della sua funzione, necessita di un colore appropriato in base all’obiettivo che vogliamo raggiungere.

La scelta del colore può condizionare anche il nostro modo di vivere all’interno di quella stanza; un tono acceso, ad esempio può spingerci a stare attivi e a svolgere i servizi in casa, un colore spento, invece, può aiutarci a rilassarci su un comodo divano.

Vediamo adesso come i colori si abbinano alle principali stanze di una casa, ossia entrata, cucina, bagno, studio e camera da letto.

 

Quale colore usare per l’entrata?

Si potrebbe usare il verde, un colore energico, ma al contempo rilassante. Il verde è il colore della natura, ricollegabile alla nostra Madre Terra. Questo fa sì che, quando entriamo in casa, percepiamo subito un senso di armonia naturale.  Sembra che il verde riduca la percezione dei cattivi odori, per questo dà un senso di freschezza al nostro ritorno a casa. Il verde è pertanto rinfrescante ed ecologico, perfetto per darci il benvenuto a casa.

 

Quale colore usare per la cucina?

Se siamo a dieta meglio scegliere il colore blu oppure una delle sue sfumature più accese. Questo colore è poco presente in natura per i cibi e il nostro sistema arcaico poco lo associa agli alimenti, molti studi legati alle neuroscienze lo indicano come uno dei colori che meglio si adatta se vogliamo perdere peso.

Colore rosso per chi ha bisogno di prendere peso, stimola l’appetito.

Se siamo maniaci del pulito, sarebbe preferibile usare il colore bianco, simbolo di igiene e pulizia. Il bianco ha la proprietà di dare luce all’ambiente, e la cucina, molto utilizzata di giorno, ha bisogno di lucentezza. Ovviamente bisognerà pulire spesso la cucina.

Se alla luce preferiamo il calore, sarebbe meglio usare il marrone, il colore della terra, caldo e corposo. Questo è il colore più usato per le cucine e camere da pranzo in genere, ma sarebbe meglio usare delle tonalità chiare di questo colore. Il marrone scuro, tendente al nero, si collega all’emozione della tristezza, quindi potrebbe generare depressione.

Se, infine, desideriamo una cucina solare, possiamo scegliere di utilizzare il colore giallo, energizzante e stimolante. Questo colore è portatore di positività e può aiutarci a cucinare con un bel sorriso.

 

Quale colore usare per il bagno?

Usare il bianco come sinonimo di igiene e pulizia. Oppure il verde che, riduce la percezione dei cattivi odori ed è il colore della natura. Molto consigliate sono le sfumature dell’azzurro (colore dell’acqua), dell’acquamarina colore del flusso, del celeste chiaro per aprire la mente, del turchese per attivare la ricerca dentro di noi.

 

Quale colore usare per lo studio?

Il colore che più ci aiuta a trovare una maggiore concentrazione è l’arancio.

Non a caso, questo è il colore delle vesti dei monaci orientali, buddisti e induisti (adoratori di Krishna), che lavorano quotidianamente sulla meditazione e concentrazione. L’arancio è inoltre un colore positivo, allegro e caldo, che ci aiuterà nello studio e persino per eventuali consulenze.

 

Quale colore usare per la camera da letto?

Il miglior colore che si possa usare in camera da letto varia in base a cosa vogliamo attivare nella coppia o nella nostra vita.

Se in camera da letto abbiamo bisogno di dolcezza e gentilezza, il rosa fa per noi. Questo è per eccellenza il colore della femminilità, ricollegabile alla tenerezza femminile. Utilizziamo questo colore se desideriamo tante coccole dal nostro partner.

Se vogliamo trasformare la dolcezza in passione amorosa, possiamo anche usare il rosso; questo è il colore della passione, che stimola l’attività sessuale. Non è però un colore rilassante, quindi se lo preferiamo, non lamentiamoci delle eventuali notti infuocate. Al contrario del rosa, il rosso è un colore maschile, forte ed eccitante. Per questo può aiutare a superare i momenti di apatia.

Il celeste e l’azzurro se viviamo da soli e vogliamo attirare una persona per avere una relazione stabile, sana ed evolutiva. Questo è il colore del cielo e ha proprietà calmanti e rilassanti. Il celeste favorisce il sonno e ci tranquillizza dopo una giornata di duro lavoro.

Quando torniamo a casa, dobbiamo sentirci a nostro agio, quindi sarebbe preferibile non utilizzare colori che, a pelle, ci provocano emozioni negative.

Lasciamo che il colore ci parli e ci comunichi la realtà di ciò che siamo veramente, nel nostro intimo.

E per tutto il resto potete andare a scoprire i colori per la casa che vi aiutano nel vostro cammino con il test dei colori! Qui

 

Di Donato Samya Ilaria

Autore: Samya Ilaria Di Donato

Iscritta al registro degli OPERATORI OLISTICI S.I.A.F., con livello TRAINER n° AB 16699T-OP e a quello dei COUNSELOR OLISTICI PROFESSIONAL n° LO568P-CO professioni disciplinate dalla legge n°4 del 2013. Membro del C.I.S. – Comitato di Indirizzo e Sorveglianza del S.I.A.F registro Counselor Olistico ed è Referente Regionale per la Regione Abruzzo SIAF Italia. Membro del Comitato Scientifico Nazionale OPES Italia dipartimento Benessere. Il suo sogno è far scoprire alle persone “I colori dell'anima”.

2 Comments

  1. Avatar
    Io preferisco l' Azzurro e poi il Giallo e infine il Verde seguito dal Rosso con un pò di Rosa... la mia grande casa ha le pareti di questi colori, ovviamente ogni stanza è molto personalizzata al riguardo. E' proprio bella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Attenzione: questo contenuto è protetto!!