Colorful International Children's Book Day Event Facebook Event Cover (4)

Il segreto? Meno è meglio: fai solo le attività essenziali

Meno è Meglio! Concentrati sulle attività essenziali 

Sottrarre è molto più efficace che aggiungere. Non si tratta di fare di più, ma di occuparsi delle attività essenziali.

DIRE DI NO molto più spesso di quanto dici sì è una delle basi del sistema PRODUTTIVITA’ 300%.

Aggiungiamo continuamente alla nostra vita, già così piena: impegni, progetti, idee, persone, partnership, lavori ecc. 

Come dei bambini che non si accorgono di non poter gestire con soddisfazione così tante cose, continuiamo ad accumulare impegni finché non abbiamo più tempo libero e iniziamo a rimpiangere i ‘vecchi tempi’, quando eravamo ragazzi e potevamo fare quello che volevamo della nostra vita.

Poche attività ma essenziali, vere, importanti, strategiche, ad alto potere di leva.

Questa è la filosofia che funziona!

Come riconoscere le attività essenziali?

Le attività essenziali, sono quelle attività strategiche che più corrispondono al tuo Tep®: ai tuoi talenti, alle tue eccellenze e ai tuoi punti di forza.

Tep® è una sigla che uso per indicare l’insieme di talenti  (doni naturali con cui ognuno di noi nasce), capacità competenze che negli anni abbiamo sviluppato  fino a trasformarle in aree di eccellenza.

Leggi bene: lo spreco più grande delle nostre capacità è quando lavoriamo sui nostri punti deboli (sentendoci, peraltro, degli incapaci e minando la nostra autostima) invece che perfezionare i nostri punti di forza, trasformandoli in eccellenze.

Infatti sono le nostre aree di eccellenza che ci distinguono dal resto del mondo (e a livello professionale sono quelle che ci permettono di guadagnare di più e di ottenere risultati migliori). 

PS Se vuoi approfondire il sistema “Produttività 300%”, ecco qui 3 video gratuiti in cui puoi vedermi in azione

Formisano Max

Autore: Max Formisano

Classe 1970, dopo la maturità classica e la laurea in Giurisprudenza prese a Bari, dal 1996 si butta tutto alle spalle trasferendosi a Roma per lavorare esclusivamente nel campo della formazione. Fonda nel 2003 la Max Formisano Training , oggi la Scuola n1 in Italia per imparare a parlare in pubblico, a fare formazione a livelli eccellenti e a triplicare la propria produttività ed i propri risultati (e godersi anche la vita nel frattempo). Ha pubblicato 6 libri, tra cui “Public Speaking per tutti” e i best seller “Produttività 300%” (con prefazione di Italo Pentimalli), “Se solo potessi” (con prefazione del “guru” del management americano, Stephen M.R. Covey). Cura la collana di libri di crescita personale e professionale - “Se solo potessi” – edita da Uno Editori. Ha creato decine di corsi multimediali: dalla produttività al parlare in pubblico a formare i formatori. E’ stato intervistato da Repubblica, Sky, Il Giornale, Rai2, il Messaggero, Millionaire e altri. Si distingue per la semplicità e la schematizzazione dei suoi interventi in pubblico. Infatti, ha creato la metodologia S5® e la Crescita Personale Semplificata®. Il suo stile formativo non assomiglia a quello di nessun altro al mondo perché esprime al 100% la sua personalità e le sue capacità. Lo chiamano “il formatore dei formatori” perché dalla sua scuola per esperti sono venuti fuori alcuni dei nomi oggi più riconosciuti in campo nazionale. E’ barese doc e lavora in tutta Italia (quando non riesce a farlo dal divano di casa sua, dal quale gestisce tutti i progetti principali della Max Formisano Training e i 7 collaboratori della sua squadra arancione). Adora le passeggiate nel centro di Roma, Bari e Londra. Il suo pensiero preferito: “La vita è difficile per le persone disposte a fare solo le cose facili ma…è facile per quelle disposte a fare anche le cose difficili”. Ama giocare a ping pong, le serie tv, leggere romanzi e libri di crescita personale e professionale, il marketing, viaggiare e passare tempo con il proprio gruppo mastermind, per scambiare idee, conoscenze e divertirsi insieme. Nel 2016 arriva la gioia del piccolo Claudio, nato a febbraio come il papà e la mamma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Attenzione: questo contenuto è protetto!!