La Terra è stata abitata prima di noi?

La Terra è stata abitata da un’altra civiltà? Le prove “indelebili”

Siamo soli nell’universo?

Quante volte vi sarà capitato di alzare gli occhi al cielo e vedere la volta celeste cosparsa dalle infinite stelle.

Ora, provare a contarle è impossibile per via dell’enorme vastità dell’universo, ma ciò che è ancora più impossibile è provare a contare il numero di pianeti che orbitano intorno a quelle stelle.

Per fare un esempio, solo nella Via Lattea, la nostra galassia, ci sarebbero in media circa 100 miliardi di pianeti – almeno uno per ogni stella.

Tutti questi pianeti presentano condizioni uniche – in alcuni anche favorevoli allo sviluppo di forme di via – e il numero di questi pianeti è talmente elevato che potrebbero esserci centinaia di pianeti Terra di cui noi non conosceremo (forse) mai l’esistenza.

A tutto ciò una domanda sorge spontanea: «Siamo soli nell’Universo?».

 

Un’altra civiltà ha abitato la Terra

Ad oggi questa domanda non ha ancora trovato risposta, e in mancanza d’altro siamo portati a credere che l’Homo sapiens, la nostra specie, sia l’unica ad essere evoluta tanto da aver sviluppato una tecnologia avanzata.

Ma siamo davvero sicuri che sia così?

Secondo uno studio pubblicato sull’International Journal of Astrobiology, i ricercatori hanno preso in considerazione l’ipotesi che prima della nostra sia esistita un’altra civiltà intelligente.

 Se così fosse, perché non sono mai state trovate tracce di questi predecessori?

A questa domanda ha provato a dare risposta Adam Frank, professore di fisica e astronomia all’Università di Rochester, domandandosi a sua volta quali siano, di fatto, le impronte geologiche che una civiltà può lasciare in maniera evidente.

È possibile rilevare una civiltà industriale nelle registrazioni geologiche una volta che scompare dalla faccia del suo pianeta ospite?.

 

Alla ricerca di tracce tangibili

Secondo Frank, se la specie umana si estinguesse improvvisamente e dopo milioni di anni, sulla Terra comparisse una nuova civiltà, questi nuovi terresti farebbero difficoltà a ritrovare tracce tangibili della nostra esistenza.

Allo stesso modo, se sulla Terra milioni di anni fa fosse esistita qualche civiltà precedente alla nostra, anche noi potremmo avere difficoltà a trovarne le prove.

La scoperta di artefatti fisici testimonia la reale esistenza di una civiltà, ma Frank si è dimostrato scettico al riguardo:

«Le nostre città coprono meno dell’uno percento della superficie terrestre».

 

Prove “indelebili” sulla superficie terrestre

Frank e il collega Gavin Schmidt, un climatologo di Goddard e coautore del documento, ritengono sia più opportuno ricercare tracce “indelebili” che si sono impresse in modo quasi impercettibile nel nostro pianeta.

Queste sarebbero il risultato di quattro fattori:

• il riscaldamento globale;
• l’agricoltura e l’erosione del suolo che ne consegue;
la produzione di materie plastiche e di inquinanti sintetici;
• una guerra nucleare.

Un’attenta analisi dei possibili eventi improvvisi geologicamente sospetti degli ultimi 380 milioni di anni però ha portato i ricercatori a concludere che nessuno di questi si adatta in modo evidente ad un profilo tecnologico.

Esistono altre prove che sembrano testimoniare il passaggio di un’altra civiltà?

Credits: L’Arazzo del Tempo

Autore: Uno Editori

Uno Editori è un progetto editoriale nato nel 2011 con l’obiettivo di stimolare la ricerca interiore e diffondere gli insegnamenti spirituali che hanno indicato percorsi di consapevolezza per l’evoluzione dell’umanità. L’intento è di contribuire con le proprie iniziative a divulgare l’arte della vita nelle forme espressive più vicine o ispirate alla saggezza di ogni luogo e tempo. Convinti che il fine della ricerca interiore sia il miglioramento della collettività e del mondo, nel tempo abbiamo dato vita a diverse collane, riunite da un profondo sentire di libertà della coscienza, che contraddistingue tutte le nostre produzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Main Menu

error: Attenzione: questo contenuto è protetto!!