Schermata 2020-12-11 alle 12.13.59

La trance sciamanica e gli stati superiori di coscienza

Trance e viaggi sciamanici

Una delle principali qualità sciamaniche è quella di poter accedere a “stati superiori di coscienza” attraverso quella che viene generalmente chiamata “Trance Sciamanica”, che permette di muoversi in altre dimensioni per praticare i Viaggi sciamanici.

La Trance Sciamanica è “uno slittamento” fuori dal corpo fisico per entrare in quelli energetici e spirituali.

È come se si aprisse un varco tra due mondi: quella è la dimensione in cui viaggia lo sciamano, quello spazio dove non esiste la gravità e dove le leggi del mondo fisico non hanno più valore.

 

Lo stato di trance

visioneDurante lo stato di Trance, per come la insegno io, non è che siamo posseduti da qualche entità strana, piuttosto è un risveglio della coscienza, uno stato psichico non ordinario che non implica la perdita della coscienza, ma piuttosto uno stato di consapevolezza superiore.

Quando lo sciamano entra nelle trance non lo fa per profanare e manipolare il mistero che si cela dietro le apparenze, bensì per poter schiudere le porte della percezione ordinaria fino a stati di coscienza e consapevolezza superiori.

Lo sciamano entra ed opera in uno stato di trance solo quando si rivela necessaria la sua opera per il bene della comunità, con intenti e scopi leali rivolti al bene comune, normalmente egli è una persona comune, parte della comunità a cui appartiene con compiti e ruoli normali e quotidiani.

Lo scopo della trance sciamanica

Lo scopo della trance è quello di aprirci a nuovi canali energetici,  viaggiare in mondi paralleli per portare guarigione, per andare alla ricerca del nostro animale di potere o del nostro spirito Guida, per intraprendere il Rituale di guarigione e il ritrovamento dell’Anima, per riportare a noi frammenti di coscienza perduta, a causa di traumi o shock.

Possiamo entrare in stati di trance anche per ampliare la nostra visione, ricevere indicazioni, suggerimenti da energie sottili, che si rendono accessibili e visibili unicamente in altri piani di realtà, attraverso vibrazioni e stati superiori di coscienza .

Come entrare in trance?

Diversi sono i metodi e le forme per entrare in trance e permettere allo spirito di “toccarci”: danze, canti, il suono ripetitivo del tamburo sciamanico (drum), evocazioni, rituali, meditazioni profonde, le tecniche di respiro, la ricerca della visione, l’uso di sostanze alteranti come le piante sacre o sostanze psicotrope, che io personalmente non introduco mai nei miei seminari o ritiri.

Agiman Anatta

Autore: Anatta Agiman

Insegnante di sciamanesimo da oltre 35 anni, è Maestra di Meditazione (R.I.M.U. Oregon - U.S.A.), Osho Reiki Master e Humaniversity Therapist e Counsellor Trainer. Specializzata nelle aree della terapia corporea, meditazione, emozioni, massaggio, relazioni, autostima, comunicazione, guarigione sciamanica ed energetica. Ha iniziato il suo percorso spirituale con Osho nel 1978 ed è stata co-fondatrice dell’Osho Gautama Multiversity, Istituto per la Crescita Interiore e la Meditazione. Ha seguito alcuni percorsi sciamanici di diverse tradizioni che l’hanno ispirata nello studio e trasformata nella vita. Ha fondato nel 1993 l’Osho Shamanic School™ e la Scuola Waves of Energy™. Con grande onore conduce la cerimonia dell’Inipi trasmessa da Sudhiro. Conduce inoltre training di formazione per Facilitatori e conferenze in tutta Italia. Autrice del libro best seller “La Porta sull’Invisibile”, “Il Dono Della Visione” e con Pujarin Cabrera, “Money Money Money, L’Abbondanza è un diritto di nascita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Attenzione: questo contenuto è protetto!!