samya-colori

Quali colori mi aiutano? Il colore giusto per risolvere ansia, paura e stress

Gli effetti dei colori

I colori hanno il potere di aiutarci a stare meglio.

A seconda del nostro problema, possiamo ricorrere ad un colore anziché ad un altro. Ogni colore ha una vibrazione specifica e, poiché noi viviamo di vibrazioni, ha il potere di interagire con la vibrazione del nostro essere creando armonia.

È necessario però comprendere quale sia la vibrazione che meglio fa al caso nostro; bisogna quindi conoscere le funzioni cromatiche e gli effetti dei colori. Vediamo a seguire dei casi specifici, in cui presentiamo una problematica e il colore relativo che aiuta a risolverla.

Risolvere l’ansia

Uno dei problemi più diffuso è sicuramente quello dell’ansia.

Molte persone vengono continuamente colpite da stati di ansia, perché si vive sempre proiettati verso il futuro, pensando a quello che dobbiamo ancora fare.

Questa problematica si può risolvere con l’aiuto del colore verde, in particolare del verde prato, che ha il potere di riconnetterci alla Natura. Quando siamo in ansia, dobbiamo cercare di ritrovare la quiete attraverso il ritorno alla Madre Terra. Avremo la sensazione di essere coccolati dalla Natura.

È necessario quindi compiere delle azioni pratiche, come ad esempio camminare scalzi su di un prato. Possiamo fare una passeggiata in un bel giardino verdeggiante, oppure possiamo addirittura camminare in un piccolo bosco, toccando ogni tanto piante e arbusti. In questo modo ci riconnettiamo alla Natura, e non abbiamo più motivo di pensare alle problematiche relative al futuro, perché siamo concentrati sul nostro presente. Provare per credere.

Sentimento di tristezza

Altro problema diffuso è quello della tristezza. Spesso perdiamo la gioia di vivere e crolliamo nel dolore provocato dalle emozioni negative. In questo caso possiamo aiutarci con ben due colori: il giallo o l’arancio.

Il giallo è il colore del sole, della forza attiva cosmica, simbolo della positività e di ciò che è funzionale alla vita. Possiamo indossare una bella maglietta gialla, così da armonizzarci con questo colore, reintegrando nel nostro essere la forza positiva.

Il giallo è anche sinonimo di regalità, soprattutto in oriente, e questo potrà darci la sensazione di essere importanti. Sentirsi importanti è fondamentale per avere stima di sé.

Ognuno di noi deve comprendere la propria importanza, perché una persona triste non fa altro che svalutarsi, e ciò è controproducente.

Il colore giallo potrà aiutarci a sentirci re e regine del nostro regno, la nostra vita, che ci incoraggia ad essere positivi e a guardare avanti. Il colore arancio è invece il colore più collegato all’allegria e al divertimento. Questo colore ci aiuterà a riacquisire il senso dell’umorismo. In altre parole, l’arancio ci ricorda di sorridere alla vita, anche dinanzi ai problemi. Il sorriso è importante per tutti e permette all’anima di respirare. Grazie al colore arancio, il mondo sembrerà più divertente. Ricordiamoci che il sorriso costa meno della corrente elettrica, ma dà più luce.

 

Periodi di forte stress

Per i periodi di forte stress, possono aiutare i colori dai toni leggeri, come il color glicine, il color panna e il color turchese. Lo stress ci dice che stiamo rendendo pesante la nostra mente, quindi dobbiamo ricorrere a toni chiari, ossia leggeri, per alleggerire il carico dei nostri pensieri.

Questi colori ci aiuteranno ad acquisire più leggerezza, che aiuta decisamente a vivere meglio. Bisogna comprendere che la leggerezza non è superficialità, ma significa semplicemente non avere macigni sul cuore (come disse Italo Calvino).

La leggerezza può essere una conquista dell’anima, che riesce ad affrontare ogni situazione di vita con la giusta attitudine. Essere leggeri significa saper semplificare le problematiche della vita, ovvero sapersi liberare dalle zavorre. Come disse il filosofo Parmenide, il leggero è il positivo, il pesante è il negativo.

Se vogliamo dunque una vita positiva, dobbiamo ricorrere alla leggerezza dei colori chiari.

Troppe preoccupazioni

Un altro problema diffuso è quello delle preoccupazioni. Questa parola ci dice che noi ci occupiamo di qualcosa prima (pre) che arrivi. Per risolvere questo problema, dobbiamo fare una cosa semplicissima: alzare gli occhi al cielo.

Così disse Gesù Cristo nel Vangelo e aggiunse:

“Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, né mietono, né ammassano nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non contate voi forse più di loro?”.

L’insegnamento del Gran Maestro è semplice: “Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena.”

Il colore che più ci aiuta in caso di preoccupazioni è pertanto il celeste, che ci ricorda il nostro Padre celeste e gli insegnamenti del suo messaggero divino. Quando siamo preoccupati per il nostro futuro, alziamo gli occhi al cielo, guardiamo il color celeste, e lasciamo a ciascun giorno il suo affanno.

 

Oltre la paura

Ultima problematica che consideriamo è la paura. Tutti gli uomini hanno paura di qualcosa.

Persino coloro che dicono a gran voce che non hanno paura di nulla, in realtà hanno “paura della paura”, ossia hanno paura di ammettere le proprie debolezze.

Il colore che in questo caso ci aiuta è decisamente il violetto, che con la sua alta vibrazione riesce a connetterci con il divino e con i cosiddetti poteri paranormali.

Il violetto è infatti il colore del Sahasrara chakra, la ruota energetica più elevata dell’essere umano, quella più vicina al Divino.

Questo è il potere della connessione spirituale, che aumenta la consapevolezza dell’uomo, quindi lo avvicina all’Assoluto. È per questo che il grande Carl G. Jung disse: “Il viola è il colore tra l’umano e il divino, l’unione di due nature.”

In conclusione, la nostra sensibilità umana ci consente di cogliere i tanti colori della vita. I colori sono collegati alle nostre emozioni, quindi non possiamo ignorarli, perché, per natura, ci rappresentiamo la realtà a colori. Impariamo dunque a utilizzare i colori giusti in relazione alle situazioni di vita che stiamo sperimentando, ricordando che il colore è un potere che influenza direttamente l’anima.

Ilaria Samya Di Donato

Di Donato Samya Ilaria

Autore: Samya Ilaria Di Donato

Iscritta al registro degli OPERATORI OLISTICI S.I.A.F., con livello TRAINER n° AB 16699T-OP e a quello dei COUNSELOR OLISTICI PROFESSIONAL n° LO568P-CO professioni disciplinate dalla legge n°4 del 2013. Membro del C.I.S. – Comitato di Indirizzo e Sorveglianza del S.I.A.F registro Counselor Olistico ed è Referente Regionale per la Regione Abruzzo SIAF Italia. Membro del Comitato Scientifico Nazionale OPES Italia dipartimento Benessere. Il suo sogno è far scoprire alle persone “I colori dell'anima”.

1 Comment

  1. Avatar
    Sì, l' Azzurro... il colore del cielo e del mare, il colore dell'infanzia e della poesia, il colore dell'Origine quando il mondo non era ancora pervertito dal Male... e il violetto, il colore dell'unione tra l'umano e il Divino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Attenzione: questo contenuto è protetto!!