Prezzi ridotti!
Il Falso Dio
Allarga

Il Falso Dio

Nuovo

Stefania Tosi


Da Osiride a Gesù: l’anima pagana del culto cristiano

Maggiori dettagli


Pubblicazione: Maggio 2017

Dimensioni: 14x20 cm

Pagine: 250

9788885517004


Collana: Libri Eretici

Vuoi acquistare questo articolo?

11,82 €

13,90 €

-15%

Tutti i prezzi sono IVA inclusi

> Garanzia di qualità al “100% UNO”
> Spedizione gratuite dopo i 29€
> Consegna in Italia in 24/48 ore
> Pagamenti sicuri
> Download immediato di ebook
> Hai bisogno di aiuto?
Numero Verde: 800 58 79 81

DESCRIZIONE

In ambito storico-sociale l’uomo e il Divino rappresentano un binomio inscindibile, il cui sviluppo parallelo ha portato alla costituzione del rito e del sacro. La pratica del culto ha sempre assunto, sin dalle epoche più remote, la funzione sociale e politica di aggregare e “pilotare” la massa per mezzo di risposte faziose riguardo ai problemi ultimi dell’esistenza:

  • Qual è il senso della vita?
  • Perché e da chi sono stato creato?
  • Cosa mi attende dopo la morte?

Le religioni hanno dato vita a pantheon ricchi di dèi o a rigidi monoteismi che pretendevano e pretendono ancora oggi l’ubbidienza e la devozione morale, pratica ed economica dei credenti. Da Osiride a Gesù, attraverso i testi sacri, è stato creato il Falso Dio con precisi intenti di propaganda e di controllo.

Soprattutto il Cristianesimo, le cui origini sono tutt’altro che limpide, ha dato risposte e forma al suo messaggio di salvezza cannibalizzando gli elementi essenziali dai culti preesistenti:

  1. L’immortalità dell’anima, il giudizio universale, la risurrezione e il dualismo Dio/Diavolo derivano dallo zoroastrismo, dai culti misterici greci e dalla Sapienza egizia. Tutti antecedenti il cristianesimo di molti secoli.
  2. La Croce, il simbolo cristiano per eccellenza, risale al neolitico e al culto del Sole; in Mesopotamia la croce Tau identificava il dio babilonese Tammuz, in Egitto l’ankh simboleggiava la vita, il soffio vitale.
  3. L’anno liturgico cristiano è una pantomima di festività pagane. Da Capodanno a Natale l’origine delle celebrazioni è mesopotamica, egizia e romana.
  4. Il culto cristiano si sorregge grazie ai dogmi, proposizioni faziose ma accettate incondizionatamente, non discutibili e considerate Verità rivelata direttamente da Dio. I dogmi sono stati predisposti a partire dal IV secolo e successivamente integrati e aggiornati sino al 1950.
  5. Gesù Cristo, dalla sua immagine al suo messaggio, è un personaggio spurio. Gli autori dei testi considerati fonti accreditate non lo hanno mai conosciuto e non sono stati testimoni oculari delle presunte opere.

La religione cristiana, sebbene si proponga come unica, originale e salvifica, in realtà è un rifacimento di culti antecedenti ed è posseduta da una vigorosa e robusta anima pagana.

Recensioni

Scrivi una recensione

Il Falso Dio

Il Falso Dio

Da Osiride a Gesù: l’anima pagana del culto cristiano

AUTORE

Stefania Tosi, laureata in Storia, è docente di materie umanistiche, ricercatrice indipendente, studiosa di storia antica e di mitologia. Da più di dieci anni si occupa di storia dell’Antico Egitto e dei testi sacri egizi a cui ha successivamente affiancato l’analisi dei testi biblici. Vive e lavora a Milano.

Articoli correlati sul blog

Ho capito

Questo sito potrebbe utilizzare alcuni cookie, come riportato nella nostra cookie policy | Cosa sono i cookie?