Schermata 2020-04-07 alle 17.47.24

Trasformare una crisi mondiale in un’opportunità per l’uomo e per il pianeta

Coronavirus: e la natura risorge…

Ci voleva il Coronavirus per avere i cieli così tersi e limpidi come non si vedevano da anni… si può tornare ad ammirare il Sole dall’alba al tramonto in tutto il suo splendore.
Finalmente, senza quei veli chimici che lo hanno tenuto sempre più nascosto e offuscato, rendendo l’aria una cappa, e con effetti sempre peggiori da almeno 10 anni a questa parte.

In questi ultimi giorni l’aria è più leggera, e più respirabile come non si sentiva da un lustro. Non sono un esperto, ma sono diversi giorni che sento i profumi di fiori e odori nuovi che non avevo mai sentito prima.

In questo caos frenetico che l’umanità sta vivendo a causa del Coroavirus, l’unico che sta beneficiando di questa situazione è proprio il nostro Pianeta Terra.

Le sue ricchissime acque, e le sue variegate – e multicolori – flora e fauna sembrano volerci dire:

“Non uscite più di casa, stiamo rinascendo”.

Covid-19, la paura di un contagio

Oggi si discute molto, e giustamente, su ciò che abbia potuto scatenare la diffusione del Cornavirus, la sua origine, se naturale o artificiale, il vero obiettivo di chi lo ha diffuso, il danno economico che sta scatenando a livello mondiale, e le tonnellate di paura che, grazie a una campagna mediatica criminale, ha gettato addosso alla popolazione.

Paura che ha facilitato i ricoveri negli ospedali, anziché ridurli.

Analizzando ciò che sta accadendo in queste settimane ritengo si possa parlare legittimamente di “fallimento della razza umana”.

L’inquinamento globale

Un continuo degrado nei valori, specialmente a partire dal secolo scorso, con un’impennata senza fine negli ultimi 20 anni.

Un sistema economico ipercapitalistico e iperconsumistico senza freni, che ha spinto, oltre ogni limite, l’inquinamento in tutte le forme, dall’uso dei combustibili fossili a quello più moderno e non meno devastante dell’inquinamento elettromagnetico.

L’uomo ha attinto da tutte le risorse naturali possibili del Pianeta, portando all’estinzione di numerose varietà di animali e di piante.

Infatti gli esperti hanno calcolato che nel mese di Luglio 2019 abbiamo cominciato ad utilizzare le risorse planetarie per il 2020.

 

Un sistema economico malato

Il tutto diretto dalla Grande Finanza Speculatrice, e dalle Grandi Banche che, specialmente con la fine della Sovranità Monetaria e con la diffusione della moneta a debito, impongono le scelte economiche ai governi nazionali, sempre più fedeli servi di questo sistema di potere malato.

Un sistema economico che da anni ha portato allo sviluppo di una società civile frenetica, ossessiva, competitiva fino all’esasperazione, facendo aumentare l’aggressività delle persone.

Abbiamo sì più tecnologia, ma ciò che ci hanno venduto per progresso tecnologico ha condotto di pari passo l’uomo a una involuzione interiore e a una perdita di valori, riducendo la vita della maggior parte delle persone al semplice apparire più che all’Essere.

Lo Stress è diventato l’elemento dominante dell’agire umano, portando la gente ad ammalarsi sempre di più.

I giornali, celebrano con trionfo l’allungamento della durata della vita media delle persone. È vero che si vive di più, ma ci ammaliamo prima. Viviamo di più, ma da malati.

Questo inevitabilmente alimenta il mercato dei farmaci, gestito dall’altra grande Lobby che comanda il Mondo: quella farmaceutica.

La crisi economica degli ultimi 15 anni

aLa crisi economica, che nel corso degli ultimi 15 anni ha distrutto il ceto medio, ha aumentato sempre di più il divario tra i ricchi e i poveri. È stata favorita anche dall’entrata in vigore dell’euro, specialmente per quanto concerne l’Italia.

Chi da un momento all’altro si è trovato senza lavoro, o con un tenore di vita dimezzato, è caduto sempre di più in un crollo psicoemotivo senza fine, trovando sfogo in varie tipi di dipendenze: dagli stupefacenti, ai Social e al mondo online, che hanno portato alla distruzione del rapporti umani in senso stretto. Sopratutto per coloro che hanno sempre puntato solo su valori materiali, o hanno agito sempre per inerzia, per paura del giudizio altrui e senza mai ascoltarsi dentro e capire ciò che realmente vogliono dalla vita.

Il vuoto spirituale della società contemporanea

Vorrei anche porre l’attenzione sul vuoto spirituale che caratterizza la maggioranza della società contemporanea.
Una spiritualità che in molti hanno cercato di ritrovare attraverso le religioni, ma che non mi pare abbiano fatto un ottimo lavoro, visti i risultati attuali dell’essere umano…

Anzi, con anni di manipolazione dogmatica hanno allontanato le persone dalla loro Essenza Divina, anziché avvicinarle.

Le religioni si sono poste da intermediarie tra l’uomo e Dio, alimentando un concetto di separazione anziché di unione col Divino che è in tutte le cose.
Hanno messo in atto una coercizione psicologica attraverso delle regole di condotta assurde, molte delle quali contrarie alla natura umana: rispettate fedelmente dovrebbero portare alla Salvezza – o in Paradiso…

Religioni, per lo meno quelle con più seguito, dirette da Istituzioni che sono dei veri gruppi di potere molto potenti, come le altri grandi lobbie che comandano il Pianeta.

Istituzioni religiose che di etica spirituale non hanno proprio nulla, e che nel corso della storia hanno portato più odio e guerre che Amore.

L’occasione per una nuova consapevolezza?

In questa fase di quarantena forzata che stiamo vivendo a causa del Coronavirus, mi auguro che si colga l’occasione per guardarsi dentro, fare pace con Sè stessi, e recuperare certi rapporti umani ormai persi.

Sto vedendo persone che non si sentivano da anni, chiamarsi, cercarsi e confortarsi l’un l’altro, riallacciando certi contatti che sembravano svaniti.
Mi auguro che questa situazione di emergenza attuale, porti l’Essere umano a dare una svolta alla sua esistenza, e creare un nuovo sistema di valori, basato sull’amore per sé stessi, per il proprio simile, e per il Pianeta che lo ospita. Conducendolo verso nuovi livelli di Consapevolezza.
Dando vita ad un’economia a misura d’uomo, integrata e al servizio dell’ambiente.

Sbloccando finalmente i diversi brevetti di Free Energy già esistenti da tempo memorabile, e creando così una Nuova Era. 

Il coronavirus e l’Unione Europea

La crisi economica alimentata dal Coronavirus sta mostrando anche il fallimento di tutte queste politiche economiche restrittive dell’Unione Europea, che ha portato la Germania ad approvare una manovra da 500.000.000.000 di euro attraverso la propria Banca Centrale e garantiti dallo Stato. Fregandosene delle normative e degli trattati europei, dei rapporti Defici/Pil tanto invocati per gli altri stati membri, Italia in primis.
La Francia garantirà la maggioranza degli stipendi alle persone che non stanno lavorando per questa emergenza.
La Spagna ha stanziato una manovra da 200.000.000.000 di euro, di cui più di 130 sono pubblici e il resto privati.
Se veramente si vogliono far ripartire le economie travolte da questa crisi, si devono immettere soldi a fondo perduto, senza creare debiti o tasse future.

Da crisi ad opportunità

Questa, la vedo l’ultima occasione ha l’umanità per dare una svolta in positivo alla propria esistenza su questo Pianeta.

Se non cambiano le cose, e si utilizza questo Coronavirus per esasperare gli animi, le rivalità, alimentare il panico e l’odio, per imporre delle misure dittatoriali o delle scelte distruttive per le popolazioni di tutto il Mondo, rischiamo “l’Estinzione Definitiva”.

L’Uomo è capace di imprese eccezionali, e la storia lo testimonia.

Deve solo ricordarselo, e scrollandosi di dosso questa marea di oscurità che lo sta dominando ormai da troppo tempo.
La razza umana deve dimostrare che può essere capace di creare delle nuove relazioni basate sull’Amore, sia qui sulla Terra, che in tutto l’Universo.

Carlo Di Litta, autore del libro “Cosa nascondono i nostri governi?”

 

 

Fonti:
Immagine 0 – noisiamoilfuturo.it
Immagine 1 – meteoweb.eu
Immagine 2 – progettazionedsign.org
Immagine 3 – ilfattoquotidiano.net
Immagine 4 –  ilcomunista23.blogspot.com
Immagine 5 – fisicaquantistica.it
Immagine 6 – economista.info
Immagine 7 – raggioindaco.wordpress.com

Di Litta Carlo

Autore: Carlo Di Litta

Carlo Di Litta è ricercatore e reporter indipendente nel campo ufologico e delle realtà Extraterrestri. Protagonista di diversi avvistamenti sin dalla più tenera età, più volte fotografati e filmati. Sostenitore del libero pensiero e della libera diffusione delle informazioni. Nato a Caserta, vive a Ravenna dal 2007.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    error: Attenzione: questo contenuto è protetto!!