Progetto senza titolo (1)

Uno Editori dice “No” al Salone Internazionale del Libro

NO GREEN PASS – eversione di coscienza

UNO EDITORI ritira la sua partecipazione al Salone del libro di Torino.
La vita inizia dove finisce la paura!
Questo è il tempo del coraggio, delle scelte difficili,  scomode, non comprese, osteggiate dalle masse… ma necessarie.
La vita non si fonda sulla parola, spesso effimera e danneggiata da sistemi di pensiero appesantiti da secoli di condizionamenti sociali…. ma sull’azione consapevole che nasce da una visione utopistica del mondo e della collettività.
Ho così deciso, in accordo con altri editori, di rinunciare alla nostra partecipazione al Salone Internazionale del Libro di Torino.
Rinuncio all’acconto dato per l’acquisto dello spazio e agli incassi dei 5 giorni di fiera, e a dare lavoro a tutte le persone coinvolte in questi anni per la gestione dello stand… perché? 
• Per rispettare uno dei valori più elevati e sacri dell’universo, la libertà… non quella decantata dai politici o dai filosofi, ma la libertà di coscienza, da cui derivano tutte le altre.
Per dire “NO” a un sistema repressivo e coercitivo! 
• Per essere d’esempio per le prossime generazioni, e attenuare gli effetti della sociopatia dilagante di questa era, la falsa pandemia! 
Buona VITA a tutti, compresi gli ZOMBIE che vagano senza meta alcuna… 
«Un ribelle ti rispetta, rispetta la vita e ha una profonda riverenza per tutto ciò che cresce, fiorisce, respira… non si pone sopra di te, più santo di te, più in alto di te, è semplicemente uno come gli altri e può rivendicare solamente una cosa: che è più coraggioso di te».
(OSHO) 

Autore: Uno Editori

Uno Editori è un progetto editoriale nato nel 2011 con l’obiettivo di stimolare la ricerca interiore e diffondere gli insegnamenti spirituali che hanno indicato percorsi di consapevolezza per l’evoluzione dell’umanità. L’intento è di contribuire con le proprie iniziative a divulgare l’arte della vita nelle forme espressive più vicine o ispirate alla saggezza di ogni luogo e tempo. Convinti che il fine della ricerca interiore sia il miglioramento della collettività e del mondo, nel tempo abbiamo dato vita a diverse collane, riunite da un profondo sentire di libertà della coscienza, che contraddistingue tutte le nostre produzioni.

28 Comments

  1. Salve, ho acquistato tanti libri interessanti da voi. Ho letto con piacere la notizia del vostro ritiro dal Salone del libro. Una scelta coraggiosa che condivido. Condividere la vostra scelta sul green pass non significa per forza condividere l'orientamento editoriale della vostra casa editrice, di cui leggo comunque i testi sempre con interesse. Voglio esprimere dunque la mia vicinanza e solidarietà al vostro fondatore. Si sappia che molti italiani non manifestano con chiarezza e coraggio la propria avversione a questo vaccino ed al green pass, che sempre più ricorda il marchio della Bestia di Apocalisse 13. Ma esistono e sono tanti. Probabilmente più della metà dei vaccinati. Anche se vogliono farci intendere il contrario. Altrimenti, se fosse come dicono loro, non esisterebbe oggi un obbligo green pass. Ancora solidarietà a voi tutti. Saluti dalla costa abruzzese.
  2. Il vero problema non sta nel fatto che qualcuno o taluni recedano dalla pantomima, bensì nella puntuale, precisa e ossessiva campagna di induzione. Sono il primo a convenire vi siano state innumerevoli vittime, ma occorre ricordare come già tempo prima, a un certo soggetto, dovesse servire qualche migliaio di morti per potersi sedere al tavolo delle trattative.
  3. Mi rincuora leggere del vostro no al salone del libro perché significa che non siamo soli in questa lotta per le nostre libertà più sacre. Grazie
  4. Buongiorno. Proprio oggi ho scelto e deciso di non scendere a compromessi rinunciando ad un evento a me molto caro. Leggere la vostra scelta mi ha riempito il cuore e dato ancora più coraggio per lottare fino alla fine per difendere la mia libertà. Grazie qualcosa sta cambiando e probabilmente non è più necessario frequentare certe vetrine.🙏♥️
  5. Bravi! Meno male che ci sono peesone come voi che capiscono l'assurdita del momento che stiamo vivendo. Nonostante la legge europea dica che non devono esserci differenze da chi ha e chi non ha il greenpass in Italia stiamo vivendo una situaxione assurda dove ilgreenpass viene usato solo per spingere, ed in alcuni casi obbligare, la gente a vaccinarsi Ho gia acquistato parecchi libri vostri e sono ancora più propdnso ad acquistarne altri. Complimenti per il vostro gesto ed il vostro coraggio, continuate così, non diete soli!
  6. Non condivido la scelta. Se facessero tutti così a quest'ora avremmo ancora il vaiolo. Per fortuna che c'è ancora gente con la testa sulle spalle che si vaccina.
  7. Non mi ha sorpreso il vostro ritiro dal Salone Internazionale del Libro. Anzi, mi sarei stupito del contrario. Perché la vostra Casa Editrice è una gran bella casa. Attenta, pensante, attiva. Massima stima. Continuate così.
  8. Grazie di cuore per la scelta etica che avete fatto ,mi ha dato gioia e un senso di leggerezza . Con infinita gratitudine e riconoscenza , Anna Maria
  9. Grazie per aver preso questa decisione non certo facile, anche dal punto di vista economico, visto il periodo di crisi. Aggiungerei che non è solo questione di libertà, ma semplicemente una questione di buonsenso. Il green pass non serve a tutelare la collettività, anzi.....
    • Ciao Nadia, Sai, per il potere il buon senso non esiste. C'è solo Arroganza, Ipocrisia e Forza. Sanno bene ciò che fanno e lo fanno Coscientemente per favorire il Caos e la Paura, che poi si riverberano sul lavoro, la scuola, l'economia e tutti gli aspetti sociali. Sono Tutti Criminali, il governo e quelli che lo appoggiano e li conosciamo bene.
  10. Semplicemente grazie! Le persone che non sono interessate a vaccinarsi sono state lentamente spinte in un angolo dal quale risulta sempre più difficile muoversi per via della manipolazione informativa e dei conseguenti attacchi (a volte non solo verbali) da parte di alcune persone che reagiscono per pura paura, senza avere approfondito - da materiale scientifico, non dalle riviste o dai programmi tv -. Coraggiosi, per voi, noi, i nostri figli, il futuro di questa meravigliosa Madre Terra!
  11. Viviamo tempi bui. l'intolleranza avanza, il Male si rende manifesto. Parole come Libertà, Costituzione, Diritto (specie quello dell'Individuo) sembrano morte. Chi ci governa mostra tutto il suo volto Ipocrita e Corrotto. Per non dire dei giornalisti, che io chiamo Giornalai. Oggi a fronte di poche eccezioni, preziose, c'è una marea di Ignoranti, Conniventi e Vigliacchi che parlano a manetta raccontando sempre la stessa storia; la Realtà che loro diffondono e perpetuano è la realtà di un mondo afflitto dalla Crisi di Identità, un mondo di Subumani. Vergognosa anche l'immobilità della Magistratura che pare completamente soggiogata dal potere. Ringrazio ancora chi, come Voi, resiste e Continua il suo cammino di Libertà e Rispetto per tutti.
  12. Un grande apprezzamento da parte mia e massima condivisione alla Vostra scelta: finora avevo fatto due ordini di acquisto sul Vostro sito, ora ne farò qualcuno in più, con massima soddisfazione. Nel mio piccolo, ho espresso la mia contrarietà alle disposizioni adottate sul "green pass" dalla Giunta di una grande e storica Istituzione italiana, per averlo imposto, quando erano già state adottate tutte le misure previste, in merito a distanziamento e sanificazione, dimettendomi dalla carica che ricoprivo e dall'associazione all'Istituzione. Non è nulla, ma ora mi sento veramente libero in tutti i sensi. A presto. Matteo Di Giacomo
  13. GRAZIE al direttore e a tutto lo staff, per questa vostra coerente e forte presa di posizione UN grazie per il vostro lavoro che ha cambiato in meglio la mia vita e mi ha dato modo di conoscere con i loro libri, persone straordinarie come Enrica Perucchietti e Mauro Biglino.... Ho seguito le vostre conferenze grazie alle quali oggi ho amici stupendi con i quali possiamo condividere questo difficile momento storico IO sto vivendo una situazione decisamente spiacevole che mi coinvolge in prima persona legata all'arte e ai musei... Della quale mi piacerebbe parlarvi, se ci sarà occasione, a voce Cordialmente Maria Elena Capuzzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Main Menu

error: Attenzione: questo contenuto è protetto!!