La Musica e i suoi nemici

Dai talent show alla trap: come l’industria discografica crea il conformismo di massa.

Un libro di Antonello Cresti

Vuoi leggere l'anteprima?

Acconsenti a ricevere in email l'omaggio e la newsletter di unoeditori.com come indicato nell'informativa sulla privacy.

14.90

In arrivo

ISBN: 9788833801735 Categorie: , , Autore: Numero pagine: 370


Dietro le quinte: come il Sistema di utilizzare la musica come medium privilegiato per imporre la propria ideologia…

La Musica e i suoi nemici

Dai talent show alla trap: come l’industria discografica crea il conformismo di massa  

Prefazione di Francesco Baccini, Andrea Colombini, Michele Tabucchi  Postfazione di Michele Monina

“La Musica e i suoi nemici” analizza il dietro le quinte di un Sistema che utilizza la musica come medium privilegiato per imporre la propria ideologia

Affermare che la musica di oggi rappresenta uno scadimento rispetto a quella del passato, anche prossimo, è oramai quasi una ovvietà.

Ma come è stata possibile questa involuzione e, soprattutto, per quale motivo è stata intrapresa questa strada?

La musica: uno strumento dei poteri forti?

In La Musica i e suoi nemici, Cresti svela come dietro a questa banalizzazione e a questo abbassamento vi sia la volontà da parte del Sistema di utilizzare la musica come medium privilegiato per imporre in varia forma la propria ideologia. Svelare questo trucco significa non solo ridare alla musica la sua giusta centralità, ma anche riconoscere pienamente come opera la moderna propaganda neoliberista.

Un viaggio puntuale ed appassionato all’interno della industria musicale odierna, rivelandone tutto il potenziale nichilistico e tracciando contemporaneamente itinerari di ascolto alternativi, per tornare a cogliere di nuovo quelle dimensioni politiche e spirituali insite nel mondo del suono.

Con questo libro scoprirai

Con questo libro scoprirai:

  •  i vari procedimenti tecnici che rendono la musica di oggi asettica e disumanizzata
  • come i Talent Show rappresentino un tentativo di eliminare l’espressione personale ed emotiva da parte degli artisti
  • perché la musica Trap promuove i valori del Sistema spacciandoli per “trasgressione”

E ancora:

  • come la musica “indipendente” sia spesso figlia di operazioni di marketing
  • perché i concerti oggi non rappresentino più una occasione di vera socialità
  • l’importanza di coltivare un ascolto attivo.

… e molto altro ancora.

Cresti Antonello

Autore: Antonello Cresti

(Firenze, 30 aprile 1980) è un saggista, critico musicale e compositore italiano. È cofondatore del collettivo musicale sperimentale Nihil Project e tra il 1998 e il 2006, con questa e le altre formazioni pubblica cinque album. Sotto la denominazione di Solchi Sperimentali, oltre ai tre volumi omonimi, Cresti lancia, a fine 2016, un progetto parallelo di documentazione audiovisiva dello stato dell’arte dell’underground musicale contemporaneo in Italia. È autore delle seguenti opere: U.K. on Acid; L'Immaginazione al podere; Fish and Chips; Fairest Isle; Lucifer over London; Come to the Sabbat; Solchi sperimentali; Solchi sperimentali Italia; Ho trovato l'Inghilterra!; Solchi sperimentali Kraut. È coautore insieme a Renzo Cresti e a Stefano Sissa del saggio La scomparsa della musica (Nova Europa).

Informazioni aggiuntive

Peso 100 kg
Pubblicazione

2020

Dimensioni

14 x 20 cm

Invia la tua recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni

La Musica e i suoi nemici