Schermata 2019-04-29 alle 13.09.29

Torri gemelle: 11/9/2001. Notre Dame: 15/4/2019. Se non fosse un caso…

Se la mente torna alle Torri Gemelle…

Appena ho visto le immagini che venivano trasmesse in diretta da Parigi, mi sono immediatamente rivista come in un film, mentre guardavo attonita, sempre provenienti dallo stesso televisore, scene analoghe l’undici settembre del 2001.

Molti hanno intuito che c’era qualcosa di deja vu in quelle fiamme altissime che avvolgevano la Cattedrale di Nostra Signora di Parigi.

Com’è ormai assodato, le intuizioni sono in grado di fare collegamenti inusitati, che mai avremmo fatto in modo razionale.

Mi sono balzati subito alla mente dei collegamenti evidenti, ma forse non troppo facili da decodificare.

Le Torri Gemelle di New York erano dei simboli molto potenti: altissime, erette a sfidare la forza di gravità, si ponevano al mondo intero come simbolo della forza del potere e del denaro.

Due enormi simboli fallici, che incutevano paura e ammirazione allo stesso tempo, e che testimoniavano come, in quella terra di frontiera, in quel “ Nuovo Mondo” l’unico simbolo dominante era stato e rimaneva quello maschile.

Un impero costruito sulla dominanza maschile 

Gli Stati Uniti sono stati frutto di un crudele e ingiustificato genocidio che ha insanguinato  tutto il territorio americano, da Est a Ovest. Milioni di nativi sono stati ingannati, uccisi, stuprati e violentemente messi a tacere per sempre… Armi, fucili, pistole hanno fatto strada ai pionieri che penetravano e rubavano la sacra terra dei pellerossa.

Un impero costruito sul Potere della dominanza maschile e patriarcale, che riesce a conquistare il mondo intero o tramite uccisione o tramite uso di patrimonio.

Sul patrimonio, parola che etimologicamente deriva dalla parola pater, si fonda il potere, e le Torri Gemelle erano il paradiso dell’alta finanza mondiale. Lo stesso Presidente Trump incarna perfettamente gli ideali patriarcali rappresentati nel mondo dagli Stati Uniti.

Quando i Plutocrati occulti decisero di minare il simbolo del loro stesso potere, non so se fossero consapevoli di stare minando anche il potere del Patriarcato tutto.

La crisi del patriarcato

Infatti, tutte le istituzioni mondiali collegate ad esso, dal 2001 ad oggi, stanno man mano andando in crisi : le varie Chiese (Cristiana, Cattolica, Ortodossa), i monoteismi in generale (Islam, Giudaismo), le borse della Finanza Internazionale e i soldi stessi, che stanno scomparendo a favore della moneta virtuale.

Da quella fatidica data in avanti sono risorti interessi profondi per le antiche sapienze, per la cultura matrilineare, per le visioni alternative sulla vita e sulla morte.

Le persone, quasi come se fossero state liberate dall’immagine di questi opprimenti simboli, hanno cercato strade alternative, subito represse con atti di forza e violenza inaudita.

Quando il mostro si sente minacciato, inarca la coda e dà fendenti a destra e a manca, come impazzito.

Probabilmente qualcuno, nei piani alti, si è accorto di questi fenomeni e ha capito che bisognava agire anche sull’altro fronte.

Qual era l’altro fronte? Quello della Madre, quello che cominciava di nuovo, dopo millenni, a tornare alla luce.

Quale miglior simbolo che Notre Dame?

Quale miglior simbolo che Notre Dame?

Per gli americani, la culla della civiltà risiede in Francia, anche se è storicamente inesatto.

Per tutti gli americani vedere Parigi equivale a vedere tutta Europa.

Le cattedrali gotiche sono dei poemi in pietra e rappresentano, anche visivamente, la culla della cultura.

La Cattedrale che brucia è un simbolo molto potente, come lo era vedere bruciare le due Torri.

In questo modo sono stati bruciati sia gli uomini sia le donne, in uno spaventoso monito universale.

Con questo feroce e barbaro incendio, sono andati in fumo millenni di storia europea.

Diciotto anni dopo le Torri Gemelle, ecco bruciare la culla europea. Che l’Europa sia la culla di una delle più importanti civiltà del mondo, è cosa acclarata.

Anche il nome “Notre Dame” è significativo: è la  Nostra signora, la Dea Iside, ritornata in vita grazie al camuffamento operato dai costruttori della Cattedrale più famosa del mondo.

Nella Cattedrale erano custoditi tutti i simboli massonici, sapienziali e esoterici europei. Il fenomeno è equiparabile al il rogo che colpì la Biblioteca di Alessandria d’Egitto ai tempi dei Teodosio, dove erano custodite tutte le conoscenze antiche.  Ed è anche come se una nuova Giovanna d’Arco venisse immolata sull’altare perverso della Dominazione.

Distruzione globale

Entrambi i simboli, maschile e femminile, sono stati colpiti, a distanza di 18 anni uno dall’altro. La distruzione globale prevede, infatti, che muoiano tutti, uomini e donne indifferentemente.

A 18 anni si raggiunge la maggior età… che sia un monito per tutti noi che il Potere Occulto abbia raggiunto il tempo della maturazione finale? Mi auguro di no, e che queste siano solo congetture di una mente troppo abituata a pensare…

Santamato Mirella

Autore: Mirella Santamato

Laureata presso l’Università di Bologna, iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti, ha collaborato per anni con alcuni settimanali e mensili a diffusione nazionale. Ha vinto numerosi premi di poesia, ha partecipato a vari programmi Rai e Mediaset. Conduce seminari di riequilibrio tra le energie maschili e femminili e di ricerca della felicità. Tiene conferenze ed incontri in tutta Italia. Autrice di "Quando Troia era solo una città" e "Iniziazione segreta alla felicità". In pubblicazione per Uno Editori "Origini delle narrazioni del mondo".

2 Comments

  1. NOTRE DAME IN FIAMME ORE 18,50 15 04 2019 10 5 4 20 10 9 YOD HE DALET KAF YOD TETH יהדכיט יהד Yahad Denominativo da una forma corrispondente a H3061 ; per giudaizzare , cioè diventare ebreo יהד Jehud "bellezza" דכ forma di דַּכָּא dakka polvere qualcosa che è schiacciato sottile o in pezzi più piccoli, Rotto: qualcosa che si rompe in pezzi כִּי ki: un bruciore, marchio, ardente, che brucia יט forma di יֻטָּה Yuttah o Yutah: una citta in giudea da נָטָה natah: allungare, distendere, estendere, inclinare, piegare 18, 50 10 8 50 Yod heit nun חֵן chen: favore, grazia favore, gentile, piacevole, prezioso, ben favorito יח forma di יחה a sua volta di שִׂיחָה sichah: lamentarsi, meditare LA BELLEZZA IN PEZZI BRUCIATA ESTESAMENTE PER PIEGARE E FAVORIRE LA MEDITAZIONE chi sta sbagliando e cosa? ma soprattutto chi l'ha incendiata e perchè?
  2. spett.sig.Mirella Santamato riguardo al suo articolo ,non è l'unica persona a pensare diversamente!certo ce d riflettere ,ma chi vuol vedere vede ,e chi vuole guardare guarda,oramai i veli sono stati tolti e il momento che gli umani saranno consapevoli di liberarsi dalla schiavitu religiosa e politic e diventare esseri umani e persone umane le cose cambieranno ,ma fino ad alora.............................. cordilalità Rolando Toro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *