Schermata 2019-06-27 alle 12.27.20

Scosse elettriche, abusi e manipolazione mentale sui minori per allontanarli dalle famiglie: 18 arresti

Abusi su minori, 18 arrestati

 

“Scosse elettriche ai bambini per modificarne la memoria e generare falsi ricordi di abusi sessuali mai avvenuti, terapeuti  che si travestivano da personaggi “cattivi” delle fiabe in rappresentazione dei genitori e relazioni falsificate per strappare i bambini alle proprie famiglie. Il tutto per allontanare i bambini dalle famiglie e collocarli in affido retribuito da amici e conoscenti e sottoporre i minori a un programma psicoterapeutico per un giro d’affari di centinaia di migliaia di euro” (da lastampa.it)

Per questo 18 persone legate alla rete dei servizi sociali della Val D’Enza (Reggio Emilia) sono state arrestate. Tra loro il sindaco dem di Bibbiano, Andrea Carletti, politici, medici, assistenti sociali, liberi professionisti, psicologi e psicoterapeuti di una Onlus di Torino.

 

Racconti dell’orrore

Si stenta a credere al racconto che emerge dalle carte.

I bimbi sarebbero stati sottoposti a ore e ore di intensi “lavaggi del cervello” durante le sedute di psicoterapia, e suggestionati anche con l’uso di impulsi elettrici.

Un sistema spacciato ai piccoli come “macchinetta dei ricordi”, che in realtà avrebbe “alterato lo stato della memoria in prossimità dei colloqui giudiziari”.
Siamo di fronte a uno dei tabù della controinformazione: il “lavaggio della mente”.

Si tratta dell’induzione dello shock per riprogrammare la mente, alterandone anche la memoria e creare falsi ricordi. La tecnica venne sviluppata da quegli psichiatri che collaborarono all’insieme di progetti sperimentali finanziati dalla CIA negli anni ’50 e ’60 che prese il nome di MK-Ultra.

 

Il progetto Mk-Ultra e il controllo mentale

«Se la dottrina è impartita nel modo giusto – sentenziava nel 1958 lo scrittore Aldous Huxley – e al momento giusto dell’esaurimento nervoso, essa penetra. In condizioni opportune si può convertire in pratica chiunque, a qualunque dottrina si voglia».

L’MK-ULTRA parte proprio da questo presupposto, facendo del “trauma” il suo punto di partenza.

Il progetto fu ordinato dal direttore della CIA, Allen Dulles, il 13 aprile 1953, al fine di contrastare gli studi russi, cinesi e coreani sul cosiddetto controllo mentale (mind control).

Questa tecnica avrebbe dovuto portare numerosi vantaggi, come ad esempio la creazione di assassini inconsapevoli o il controllo di leader stranieri scomodi. Il progetto sarebbe stato sovvenzionato da un totale di 25 milioni di dollari e ne furono coinvolte 80 istituzioni tra cui 44 università e 12 ospedali.

Da quel che emerge dagli oltre 22 mila documenti statunitensi declassificati e riportati alla luce nel 1977, gli esperimenti prevedevano il ricorso ad abusi fisici e psichici, radiazioni, elettroshock, ipnosi, infine la somministrazione di sostanze psicotrope quali l’LSD.

Stando ai documenti recuperati, le cavie degli esperimenti erano: dipendenti della CIA, personale militare, agenti governativi, prostitute, pazienti con disturbi mentali e persone comuni che si offrivano come volontari “a pagamento”; il tutto con lo scopo di verificare che tipo di reazione avessero queste persone sotto l’influsso di droghe e altre sostanze.

Lo scopo ufficiale degli esperimenti era quello di preparare un’azione di difesa per gli agenti americani ad un’eventuale azione analoga che avrebbero potuto subire da agenti russi durante la guerra fredda.

 

Sperimentazioni segrete anche oggi?

Stando ad alcuni ricercatori, questo genere di sperimentazioni non sarebbe però terminato nei “mitici” anni ’70 ma si sarebbe raffinato e continuerebbe ancora oggi in segreto seguendo un protocollo specifico che avrebbe trovato la propria sede ideale presso l’Istituto Tavistock, situato nell’omonima cittadina inglese.

Su quest’ultimo aspetto, però, la ricostruzione storica risulta ancora frammentaria, mentre sull’MK-ULTRA i documenti ufficiali che vennero accidentalmente resi pubblici, sfuggiti per errore alla loro distruzione ordinata nel 1973 dall’allora direttore della CIA Richard Helms, si configurano come fonti pienamente attendibili; semmai non sono ancora chiari i traguardi raggiunti da coloro che lavorarono a questo progetto.

Notizie di cronaca come quella dei bimbi torturati tramite impulsi elettrici conferma purtroppo che certe tecniche vengono ancora usate per fini criminali.

Queste tecniche di condizionamento sono state e vengono ancora oggi utilizzate anche da sette di stampo occulto grazie alla copertura dei servizi segreti.

Da un lato si gettano le basi per fabbricare dei veri e propri “culti” intorno a un leader carismatico (pensiamo al caso della setta Nxivm) dall’altro si sperimentano le tecniche che si erano dovute abbandonare con la scoperta pubblica del progetto MK-Ultra.

È così che si creano dei movimenti settari che alternano tecniche di manipolazione mentale in stile MK-Ultra a pratiche “esoteriche”.

Poco noto, il caso della setta australiana The Family – il cui dossier è ancora “secretato” – capeggiata dalla leader “ariana” Anne Hamilton Byrne che ha avuto tra i suoi “ospiti” anche l’allora giovanissimo Julian Assange , colui che avrebbe, anni dopo, scatenato lo strano caso di Wikileaks.

Perucchietti Enrica

Autore: Enrica Perucchietti

Enrica Perucchietti, (Torino, 5 dicembre 1979) è una giornalista e scrittrice italiana. È caporedattrice del gruppo editoriale UNO. È autrice di numerosi saggi di successo tra cui ricordiamo: Fake news; Governo globale; La fabbrica della manipolazione; Unisex; False Flag. Sotto falsa bandiera. Il suo sito è: www.enricaperucchietti.it

4 Comments

  1. Avatar
    Comunque Assange mi sembra abbia reagito bene, cioè stando a ció che riporta , e dicono in molta gente votata per la verità, sarebbe un "giusto" ecco..o stava pure quella tutta na farsa?? Comunque ai così che se só fatti sperimentazione e dindi su dei futuri uomini e creature ce sarebbe da spenderli per le palle.altro che tortura mentale.quella bona vecchia MEDIOEVALE fisica..reiventandose moderni tecnologici interessanti strumenti da GOGNA pubblica agsgag..Così se ristuzzica l intelletto de molti veri NOVI geni...io me offrire i spontaneamente ecco a PRODURNE li progetti... occhi per OCCHIO..retrocessione per IDEM..tzè
  2. Avatar
    Servirsi dei bambini però è proprio il colmo dell'aberrazione. Quando questi piccoli saranno diventati adulti come sarà la loro mente e soprattutto il loro inconscio? Saranno persone normali o individui borderline? L'inconscio umano è ancora troppo oscuro e poco compreso e può "reagire" in modo inaspettato e imprevedibile anche dopo decenni da ciò che la parte conscia della mente ha subito.
  3. Avatar
    Com'è difficile essere bambino, com'è splendida, terribile e complessa l'infanzia! Fare vilenza estrema a un bambino è un crimine contro Dio e contro l' Universo intero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Attenzione: questo contenuto è protetto!!